top of page

"Adoriamo i tuoi dipinti nella nostra tana!  Buon fine settimana. -bb3b-136bad5cf58d_hanno portato nelle nostre vite!" - NJC e SC  (Washington, USA)

unnamed-1.jpg
unnamed.jpg

"Un'energia centrifuga frusta gli oggetti superficiali del suo lavoro che sono sigillati in un colore algido e cromatico. Sabrina è una personalità singolare che scava oltre ciò che si vede in una sfida per recuperare qualche qualità poetica persa o trascurata. I colori sono al centro della sua espressione; eccita la forza vitale dei segmenti con la realtà che si riadatta docilmente con la forza di una tecnica sicura.

Sabrina, giovane californiana, gira il mondo per vocazione e per cultura. Ha già la straordinaria maturità maturata con gli studi universitari, la storia dell'arte, il periodo all'Accademia di Belli Arti e le felici esperienze con i musei fiorentini e parigini. Merita anche un riconoscimento per le sue mostre che preludono a un futuro di successo.

"Sabrina Abbott si descrive come una "percezionista". Sabrina commenta "Il mio lavoro è un tentativo di cogliere l'essenza e l'energia degli oggetti", oggetti estrapolati dalla massa dei rifiuti e dalle varie forme in una discarica. Trasforma queste realtà in forme pittoriche che sembrano richiamare alcuni elementi dello "spacialismo" di Fontana. She  cerca di far nascere una nuova, immaginifica, verità artistica. In quest'opera Abbott sta generando un'originale sintesi tra Metafisica e gli ultimi futuristi, riconcettualizzati in uno spirito post-moderno." -Marsha Steinberg. Firenze, Italia. 2008

bottom of page